Tag: destra

  • Thumbnail for the post titled: Il fenomeno del gramscismo di destra: l’esperienza della Nouvelle Droite

    Il fenomeno del gramscismo di destra: l’esperienza della Nouvelle Droite

    La Nouvelle Droite (dal francese, Nuova Destra) è un insieme di movimenti intellettuali apparsi nel 1968 come reazione alla crisi ideologica e al rafforzamento dell’egemonia liberale in Europa. Nel 1968, i movimenti classici di “destra” erano infarciti di motivazioni ideologiche liberali, come l’adozione del capitalismo, i sentimenti filoamericani e lo statalismo.

  • Thumbnail for the post titled: Elezioni mid-term: dinamiche interne e ripercussioni internazionali

    Elezioni mid-term: dinamiche interne e ripercussioni internazionali

    Sebbene i risultati definitivi arriveranno soltanto più avanti, le elezioni di medio termine statunitensi hanno già consegnato un quadro piuttosto bloccato. Il Senato viene confermato ai Democratici, sebbene per pochissimo, mentre la Camera dei Rappresentanti dovrebbe andare ai Repubblicani.
    Come apparso già dopo i primi due giorni di spogli, la cosiddetta “onda rossa” del Grand Old Party, prevista da alcuni sondaggi prima del voto, non c’è stata.

  • Thumbnail for the post titled: Lo specchio delle idee

    Lo specchio delle idee

    Da bambino facevo fatica a distinguere il lato destro da quello sinistro, sinché, mancino, risolsi il dilemma osservando, nel dubbio, la mano che utilizzavo per scrivere, mangiare, impugnare attrezzi. Nel mio piccolo universo di sogni e fantasticherie, il problema più affascinante era lo specchio: nell’immagine riflessa, la destra diventava sinistra e viceversa.

  • Thumbnail for the post titled: Lula rieletto presidente del Brasile

    Lula rieletto presidente del Brasile

    Il 30 ottobre, Lula da Silva del Partito dei Lavoratori ha vinto il secondo turno delle elezioni presidenziali brasiliane con uno stretto margine. Ha ricevuto il 50,9%. Il presidente in carica, rappresentante del Partito liberale conservatore, Jair Bolsonaro, ha ottenuto il 49,1%. Il margine è stato di circa 1,1 milioni di voti. Lula ha ricevuto le congratulazioni di diversi capi di Stato, tra cui il Presidente russo Vladimir Putin.

  • Thumbnail for the post titled: I nuovi mostri

    I nuovi mostri

    Non c’è niente da fare, prosegue l’involuzione antropologico-culturale dei prototipi umani “di destra” e “di sinistra”.
    Il tipo umano di destra oggi si cimenta con il giustificazionismo. Convinto dell’essenza rivoluzionaria di Meloni & C. argomenta così: “Meloni è una sincera antagonista del sistema, portatrice di valori alternativi rispetto a quelli propri del globalismo atlantista e in questa prima fase è costretta a sferragliare su binari imprescindibili pena il deragliamento.

  • Thumbnail for the post titled: Che meloni per la Meloni!

    Che meloni per la Meloni!

    Siete stucchevoli. Nella vostra bolla, dentro la vostra gabbia ideologica da criceti intenti a far girare la ruota, siete stucchevoli in tutti i vostri tic. Da sinistra, con il vostro acido livore antimeloniano a prescindere, nel chiedere abiure su abiure, professioni di fede, anti questo e quello, di venerare questa o quel monumento a cui invitare per la commemorazione, celebrare questa o quella data, partecipare a questo o a quell’evento, con il pretendere assicurazione per la sopravvivenza della ricetta originale sulla pasta all’amatriciana, con il recriminare l’insufficiente esternazione su questo o quel tema… e le donne qui e le donne là, e i partigiani qui e i partigiani là, e le biciclette delle staffette partigiane qui e le scarpe della Meloni là… Stucchevoli e fastidiosi come le mosche in autunno o i gatti appesi ai cabbasisi.

  • Thumbnail for the post titled: Le destre europee possono tenere a bada Bruxelles?

    Le destre europee possono tenere a bada Bruxelles?

    Le elezioni parlamentari in Italia sono state una sorta di accordo finale nel processo elettorale di una serie di Stati europei in cui hanno vinto i partiti di destra. Ma in Italia la vittoria è stata la più significativa, sia per il drammatico spostamento dei rapporti di forza sia per la posizione geopolitica dello Stato.

  • Thumbnail for the post titled: Elezioni sottotono

    Elezioni sottotono

    Il 25 settembre si svolgeranno le elezioni politiche in Italia. Manca poco meno di una settimana e il nostro Paese avrà un nuovo parlamento, un nuovo governo e un nuovo primo ministro.
    I sondaggi danno per favorita la coalizione sovranista di centro destra: Forza Italia (il vecchio inscalfibile Silvio Berlusconi), Lega Nord (Matteo Salvini, un po’ appannato e in calo di consensi) e Fratelli d’Italia (Giorgia Meloni).

  • Thumbnail for the post titled: I Templari del Proletariato – In memoria di Darya [3]

    I Templari del Proletariato – In memoria di Darya [3]

    Nella sua “Introduzione all’edizione italiana” titolata “Un documento del passato o un programma per il futuro”, Aleksandr Dugin, prima di ogni altra cosa, contestualizza il periodo della stesura degli scritti che compongono il libro e svolge anche una sobria autocritica per l’utilizzo di alcuni termini, quali “nazionale” e “nazionalismo, e per alcuni concetti a cui allora, giovane, prestò contiguità.

  • Thumbnail for the post titled: La finta crisi di Governo

    La finta crisi di Governo

    Il “non voto” da parte dei senatori del Movimento 5 Stelle sulla questione di fiducia posta dal Governo della Repubblica, per il tramite del Ministro (senza portafoglio) per i Rapporti con il Parlamento, sulla legge formale di conversione del decreto-legge “aiuti” ha aperto una (finta) crisi di natura extraparlamentare, ossia al di fuori dell’approvazione di una mozione di sfiducia ai sensi dell’art. 94 della Costituzione vigente.