Tag: Donbass

  • Thumbnail for the post titled: La Cina avverte gli Stati Uniti di non ingigantire la crisi mondiale

    La Cina avverte gli Stati Uniti di non ingigantire la crisi mondiale

    La Cina avverte severamente gli Stati Uniti di non agire in modo avventato o creare una crisi più grande, ha affermato mercoledì il ministero degli Esteri cinese, sottolineando che coloro che offendono la Cina saranno puniti.

  • Thumbnail for the post titled: Alla vigilia del grande scontro fra Oriente e Occidente?

    Alla vigilia del grande scontro fra Oriente e Occidente?

    Dopo le ultime provocazioni, si avvicina lo scontro definitivo fra i due blocchi Occidente ed Oriente?
    La sequenza di avvenimenti delle ultime settimane lascia intravedere uno sviluppo accelerato ed imprevedibile della situazione internazionale che non promette nulla di positivo.

  • Thumbnail for the post titled: Litovkin sulle parole di Zelensky: “Non valgono niente”

    Litovkin sulle parole di Zelensky: “Non valgono niente”

    La regione di Zaporozhye si aspetta un’alta affluenza alle urne per il referendum sull’adesione della regione alla Russia, nonostante la dichiarazione del presidente ucraino Volodymyr Zelensky sul ritiro dal processo negoziale in caso di votazione. Il leader della piazza continua a svolgere il ruolo di un clown, ha affermato l’osservatore militare della TASS Viktor Litovkin.

  • Thumbnail for the post titled: L’esitazione e la prevaricazione del Cremlino  sono una strada per la guerra

    L’esitazione e la prevaricazione del Cremlino  sono una strada per la guerra

    Il Cremlino emana confusione. Il Cremlino sta facendo del suo meglio per placare l’Occidente, ma l’Occidente non glielo permette. Basti pensare alla questione del servizio del debito estero della Russia.

  • Thumbnail for the post titled: Le truppe NATO in Donbass proseguono i crimini contro i civili

    Le truppe NATO in Donbass proseguono i crimini contro i civili

    Su tutti i fronti nel Donbass le difese ucraine stanno cadendo come un castello di carte. Il Quartier Generale della Difesa Territoriale della DPR annuncia la liberazione del villaggio di Gladosovo nella regione di Gorlovka. Peski è completamente liberato. La pulizia continua a Maryinka. Più della metà del territorio è stato sgomberato ed è sotto il controllo russo.

  • Thumbnail for the post titled: La Russia senza l’Occidente

    La Russia senza l’Occidente

    Il letargo russo degli ultimi decenni è finalmente terminato e il ritorno della Russia alla storia è iniziato nel Donbass. Nemmeno in Crimea, dove tutto si è svolto in modo piuttosto banale ed è stato inserito molto rapidamente e magistralmente nella realtà politica ordinaria della Russia di Putin. Ma era il momento in cui i russi dovevano ingaggiare una seria battaglia con l’Occidente civilizzatore.

  • Thumbnail for the post titled: La NATO era pronta a colpire Crimea e Donbass, parola di Scott Ritter

    La NATO era pronta a colpire Crimea e Donbass, parola di Scott Ritter

    Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha collaborato con Ucraina, Francia e Germania per preservare gli accordi di Minsk, questo era necessario affinché l’Alleanza potesse radunare le sue forze militari sul territorio dell’Ucraina e lanciare potenti attacchi militari sul Donbass e sulla Crimea, ha affermato un ex ufficiale dell’intelligence del Corpo dei Marines degli Stati Uniti, Scott Ritter.

  • Thumbnail for the post titled: Gli inquietanti legami tra neonazisti ucraini e bielorussi

    Gli inquietanti legami tra neonazisti ucraini e bielorussi

    Alcuni neonazisti bielorussi hanno partecipato al colpo di Stato nel 2014 in Ucraina e ai combattimenti in Donbass, e hanno poi fomentato le proteste contro Aljaksandr Lukašėnka tra il 2020 e il 2021. Tra i nomi anche quello di Roman Protasevič.

  • Thumbnail for the post titled: Due rivali nell’architettura si sfidano

    Due rivali nell’architettura si sfidano

    Il mondo post 24 febbraio è davvero diverso. L’inesorabile logica geopolitica oggi è che l’attenzione dell’America si rivolge altrove e il mondo vede un’America più debole.
    Nessuno sembra sicuro del perché Biden stia facendo questo viaggio in Medio Oriente. È un mistero. Di sicuro, non è per il plauso in patria: I sudari di Jamal Khashoggi e Shireen Abu Akleh turbinano nebbiosamente intorno alla delegazione statunitense, rendendola nervosa. Biden viene bistrattato anche dai giornali statunitensi più favorevoli per il rischio per la sicurezza dei giornalisti implicito in qualsiasi riconciliazione con MbS.

  • Thumbnail for the post titled: La Russia non ha attaccato il porto di Odessa

    La Russia non ha attaccato il porto di Odessa

    Il ministero della Difesa turco ha affermato che la Russia non ha nulla a che fare con le esplosioni avvenute al porto. Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar ha affermato che i funzionari russi hanno riferito oggi ad Ankara che Mosca “non ha nulla a che fare” con gli attacchi missilistici al porto di Odessa.