Tag: Eurasia

  • Thumbnail for the post titled: Problematiche della EAEU nel contesto della strategia di azione preventiva degli Stati Uniti

    Problematiche della EAEU nel contesto della strategia di azione preventiva degli Stati Uniti

    Uno dei motivi della trasformazione delle relazioni internazionali in atto sotto i nostri occhi e, di conseguenza, delle forme e delle modalità del confronto interstatale è il passaggio a un modello multipolare dell’ordine mondiale. In questo contesto, gli Stati Uniti, nel loro desiderio di mantenere il monopolio della leadership politica, perseguono una politica estera volta ad aggravare drasticamente le loro relazioni con la Russia, la Cina e una serie di altri paesi dello spazio eurasiatico che sono membri o cooperano tra loro nel quadro dell’Unione Economica Eurasiatica, della CSTO e dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai.

  • Thumbnail for the post titled: Organizzazione degli Stati turchi: storia, struttura, sfide

    Organizzazione degli Stati turchi: storia, struttura, sfide

    L’Organizzazione degli Stati turchi (precedentemente denominata Consiglio di cooperazione degli Stati di lingua turca – Consiglio turco) è stata fondata nel 2009 come organizzazione intergovernativa il cui obiettivo principale è promuovere una cooperazione globale tra gli stati turchi. I quattro Stati fondatori sono Azerbaigian, Kazakistan, Kirghizistan e Turchia. Durante il settimo vertice, tenutosi a Baku nell’ottobre 2019, anche l’Uzbekistan ne è diventato membro a pieno titolo.

  • Thumbnail for the post titled: Zelensky a Sanremo, i cannoni al posto dei fiori

    Zelensky a Sanremo, i cannoni al posto dei fiori

    Tutti i tempi vengono, diceva la nonna. Mai come negli ultimi anni ha avuto ragione. Ne abbiamo viste e subite davvero troppe e l’ultima sembra sempre la peggiore. Questa però è proprio grossa: il presidente ucraino Zelensky parteciperà al festival di Sanremo, in collegamento dal bunker in cui vive, probabilmente con la consueta tenuta verdastra da combattimento. Un attore anche nelle modalità della comunicazione.

  • Thumbnail for the post titled: L’Iran si è pubblicamente lamentato degli scarsi investimenti cinesi dell’anno scorso

    L’Iran si è pubblicamente lamentato degli scarsi investimenti cinesi dell’anno scorso

    Questi sviluppi concatenati – l’inatteso scandalo dello scorso anno causato dalla firma da parte del Presidente Xi di una dichiarazione congiunta con il CCG così ferocemente anti-iraniana e la rivelazione di questo fine settimana del drammatico sottoinvestimento cinese in Iran – dimostrano indiscutibilmente che ci sono problemi dietro le quinte.

  • Thumbnail for the post titled: La de-dollarizzazione del commercio mondiale

    La de-dollarizzazione del commercio mondiale

    L’imposizione di restrizioni commerciali e sanzioni da parte degli Stati Uniti nei confronti di una serie di Paesi, tra cui Russia, Iran, Cuba, Corea del Nord, Iraq e Siria, si è rivelata politicamente inefficace e ha avuto conseguenze spiacevoli per le economie occidentali. Di conseguenza, il dollaro USA ha perso il suo ruolo di valuta principale per il regolamento degli obblighi commerciali internazionali.

  • Thumbnail for the post titled: Un altro conflitto in Karabakh non comprometterebbe il corridoio di trasporto Nord-Sud

    Un altro conflitto in Karabakh non comprometterebbe il corridoio di trasporto Nord-Sud

    I tentativi di Bloomberg e Newsweek di diffondere la paura sulla fattibilità del Corridoio di Trasporto Nord-Sud dimostrano che questo megaprogetto ha provocato il panico all’interno del Miliardo d’Oro e che questo blocco di fatto della Nuova Guerra Fredda può solo ricorrere alla guerra dell’informazione nel disperato tentativo di fuorviare gli altri su di esso.

  • Thumbnail for the post titled: Le risposte del Giappone alle tattiche cinesi in zona grigia: un vantaggio per il Sud-Est asiatico

    Le risposte del Giappone alle tattiche cinesi in zona grigia: un vantaggio per il Sud-Est asiatico

    Con una certa esperienza nella gestione dell’assertività cinese nel Mar Cinese Orientale, il Giappone sta aiutando i Paesi del Sud-Est asiatico a gestire le azioni di Pechino nelle aree marittime contese.

  • Thumbnail for the post titled: La nozione di Turan nelle concezioni geopolitiche degli eurasiatisti degli anni ‘20

    La nozione di Turan nelle concezioni geopolitiche degli eurasiatisti degli anni ‘20

    La nozione abbinata di Iran e Turan ha subito molte modifiche nel corso della storia. Il suo uso classico è associato all’epica persiana medievale, in particolare a Firdausi. In questo caso l’Iran è inteso come uno Stato di agricoltori sedentari e il Turan come un mondo di nomadi dell’Asia centrale (nell’antichità di lingua iranica, dal VI secolo d.C. di lingua turca e mongola). – di lingua turca e mongola). Nell’antichità, quindi, si tratta del confronto tra il mondo iranico occidentale e quello orientale (in senso linguistico).

  • Thumbnail for the post titled: Braccio di ferro in corso a Washington sul proseguo della guerra

    Braccio di ferro in corso a Washington sul proseguo della guerra

    La deriva bellicista che stanno manifestando gli Stati Uniti e i loro alleati/vassalli su tutto il fronte occidentale, incluso il Giappone, non ha precedenti nella storia degli ultimi 50 anni e non ha giustificazioni se non in funzione di interessi economici e geopolitici inconfessabili.

  • Thumbnail for the post titled: Teorie rivali del multipolarismo:  Alexander Dugin e Jiang Shigong

    Teorie rivali del multipolarismo:  Alexander Dugin e Jiang Shigong

    Russia e Cina concepiscono l’emergente mondo multipolare in modi diversi, nonostante la loro sostanziale convergenza nell’opposizione all’unipolarismo occidentale.
    Dopo la Seconda guerra mondiale, l’America ha iniziato a rifare il mondo a sua immagine e somiglianza. Il trionfo della democrazia liberale sulle Potenze dell’Asse segnò una tappa definitivamente nuova nella storia mondiale: era il trionfo del mondo libero sull’autoritarismo e sul dominio totalitario.