Tag: filosofia

  • Thumbnail for the post titled: L’ABC dei valori tradizionali: la vita

    L’ABC dei valori tradizionali: la vita

    Konstantin Malofeev: Oggi, in un’altra parte del nostro “ABC dei valori tradizionali”, parleremo della lettera “Zh”: la vita [N.d.T.: “vita” in russo si dice zhizn’, in cirillico жизнь].
    Aleksandr Dugin: “Vita”, come dimostrano i nostri storici linguistici, non è una parola russa autoctona. L’antica parola russa è “pancia”. Significava “vita”. Ma “vita” compare nel Credo, per descrivere una forma speciale di vita, “la vita dell’età futura”. Quindi la stessa parola “vita”, apparentemente così semplice e familiare, richiede uno studio molto serio.

  • Thumbnail for the post titled: Darya Dugina, la Filosofia come destino

    Darya Dugina, la Filosofia come destino

    Discorso in occasione della consegna di un diploma al vincitore del premio Il volto della nazione. Combattenti del fronte invisibile 2022 a Daria Alexandrovna Dugina, il 2 febbraio 2023.

  • Thumbnail for the post titled: La coincidenza degli opposti

    La coincidenza degli opposti

    “I partiti contano sempre meno e alla gente è stata tolta la cultura per opporsi a un potere che ci fa vivere nel controllo.” E’ il sottotitolo dell’intervista concessa a un sito di informazioni da Carlo Freccero, massmediologo ed ex dirigente della Rai. Concetti del tutto condivisibili: il declino dello spazio politico (i partiti spariti, ridotti a comitati d’affari e macchine elettorali); il degrado della conoscenza che produce una generazione di ignoranti, quindi conformisti e facilmente manipolabili; il potere che si fa biopotere, ovvero sorveglianza, dominio sulla vita concreta.

  • Thumbnail for the post titled: L’Eroe: la metafisica dell’infelicità

    L’Eroe: la metafisica dell’infelicità

    Se si toglie la dimensione del Cielo, si ottiene l’uomo; se si toglie la dimensione terrestre, si ottiene Dio; è nell’eroe che c’è un’intersezione tra Terra e Cielo.
    All’inizio c’è solo l’uomo (qualche essere terreno), poi il greco, poi l’eroe, poi Dio. Quindi il greco è la via dell’eroe (la civiltà greca è una civiltà eroica), e l’eroe è la via dell’uomo verso Dio. Così è con Omero, così fino ai neoplatonici, e poi con qualche modifica è passato al cristianesimo.

  • Thumbnail for the post titled: Tradizione e Scienza dell’Io

    Tradizione e Scienza dell’Io

    Per comprendere che cosa sia la Tradizione, il suo significato profondo, dobbiamo imparare, come ci suggerisce la Tavola di Smeraldo a separare il sottile dallo spesso e cioè l’essenza, ciò che è eterno, dalla forma attraverso cui questa si manifesta in un determinato tempo e in un determinato luogo.

  • Thumbnail for the post titled: La sfida della “decolonizzazione” e la necessità di una ridefinizione globale del neocolonialismo [1]

    La sfida della “decolonizzazione” e la necessità di una ridefinizione globale del neocolonialismo [1]

    Le domande sulla necessità di una “decolonizzazione” del “secondo mondo” e dei Paesi della semiperiferia (secondo la terminologia dell’analisi dei sistemi mondiali) sono sempre più spesso sollevate nella politica pratica e nelle pubblicazioni accademiche. Tuttavia, la stessa questione della decolonizzazione applicata ai Paesi che sono stati oggetto dell’espansione coloniale europea è gravida di conseguenze negative nella pratica politica e di confusione teorica.

  • Thumbnail for the post titled: L’ABC dei valori tradizionali: la famiglia forte

    L’ABC dei valori tradizionali: la famiglia forte

    Konstantin Malofeev: Un’altra parte del nostro “ABC dei valori tradizionali” è dedicata alla famiglia – la lettera “S” [N.d.T.: in russo “famiglia” si scrive sem’ya, семья]. Il documento Foundations of State Policy for the Preservation and Strengthening of Traditional Spiritual and Moral Values (I fondamenti della politica statale per la conservazione e il rafforzamento dei valori spirituali e morali tradizionali) elenca la famiglia forte come uno di questi.

  • Thumbnail for the post titled: Le armi spirituali del Soggetto Radicale [3]: L’immersione nel Sole di Mezzanotte e il Silenzio della mente

    Le armi spirituali del Soggetto Radicale [3]: L’immersione nel Sole di Mezzanotte e il Silenzio della mente

    Nel precedente secondo articolo riguardo le armi spirituali del Soggetto radicale, attraverso i criteri della Antropologia mistica, abbiamo descritto come il silenzio sia la porta, il vettore, nonché la Via maestra che introduce nella realtà sostanziale dell’anima/coscienza, consentendo così di poterla auto-sperimentare in modo progressivo e di fruirne come centro dell’essere umano, che deve stendere necessariamente il suo Imperium per sedare il perenne conflitto corpo/mente e raggiungere così la pace interiore.

  • Thumbnail for the post titled: Vladimir Putin e la metafisica della guerra

    Vladimir Putin e la metafisica della guerra

    Il mese prossimo la Russia festeggerà il primo anniversario dell’Operazione militare speciale (OMS) in Ucraina, iniziata lo scorso anno il 22 febbraio. L’Operazione militare speciale della Russia è stata percepita come un’invasione dai media mainstream occidentali e dalle élite politiche, che l’hanno interpretata in modo trasversale alla sfera strategica e geopolitica. Tuttavia, non si tratta solo di questo.

  • Thumbnail for the post titled: Zelensky a Sanremo, i cannoni al posto dei fiori

    Zelensky a Sanremo, i cannoni al posto dei fiori

    Tutti i tempi vengono, diceva la nonna. Mai come negli ultimi anni ha avuto ragione. Ne abbiamo viste e subite davvero troppe e l’ultima sembra sempre la peggiore. Questa però è proprio grossa: il presidente ucraino Zelensky parteciperà al festival di Sanremo, in collegamento dal bunker in cui vive, probabilmente con la consueta tenuta verdastra da combattimento. Un attore anche nelle modalità della comunicazione.