Tag: metafisica

  • Thumbnail for the post titled: Metafisica del Teschio e Soggetto Radicale

    Metafisica del Teschio e Soggetto Radicale

    Il teschio, in forma sintetica è la rappresentazione della morte. Morte come evento esistenziale finale del nostro Dasein, del nostro Esser-ci nel mondo dei viventi. Morte come presenza di un essere angelico, nella contraddizione semantica di manifestarsi egli come estremamente vivo e onnipresente in alcune esperienze mistiche.

  • Thumbnail for the post titled: Metafisica del divano

    Metafisica del divano

    Talvolta anche nelle cose più buffe e insignificanti ci possono essere segni e significati che meritano di essere messi in luce. Certamente ad alcuni – o forse a molti – questo nostro breve scritto farà sorridere o parrà inappropriato, ma ci sia concesso rispondere che non si può lasciar la metafisica senza il sale della poesia e senza il gusto pungente dell’ironia.

  • Thumbnail for the post titled: Cenni di antropologia mistica sul Soggetto Radicale di Aleksandr Dugin

    Cenni di antropologia mistica sul Soggetto Radicale di Aleksandr Dugin

    Il Soggetto Radicale – in cui risiedono il Sole, la luce e la Tradizione – è questa prova estrema, la fine della discesa ciclica e, forse il bagliore di un Nuovo Inizio. È una realtà che va creata, tramite una mente attiva, radicale, che appare solo nel momento più critico del ciclo cosmico.

  • Thumbnail for the post titled: Putin proclama l’idea russa

    Putin proclama l’idea russa

    Il 30 settembre 2022 è stato un punto di svolta storico. In questo giorno, tutti gli eventi recenti, già dotati di un enorme significato, hanno raggiunto il culmine. Il 30 settembre tutto era importante: non solo ciò che si diceva, ciò che si faceva, ciò che si firmava, ma anche come veniva inquadrato, con quale espressione facciale e con quale voce veniva pronunciato. Tutto sommato, è stato un punto di svolta. Non una routine, non la continuazione di una tendenza, ma un nuovo inizio.

  • Thumbnail for the post titled: Antikeimenos [8]

    Antikeimenos [8]

    Ora è opportuno ricordare l’importante ruolo svolto da Catechon nella politica cristiana, dove nel Medioevo – e in parte durante il più lungo periodo di conservazione del paradigma bizantino nell’Europa orientale (fino alla teoria di “Mosca è la terza Roma”) – era la presenza o l’assenza di un Impero a fungere da punto di riferimento per il tempo escatologico.

  • Thumbnail for the post titled: Guerra escatologica: la Russia e l’Occidente [2]

    Guerra escatologica: la Russia e l’Occidente [2]

    Vladimir Putin e i vertici visibili dello Stato russo sono razionali, freddi e pragmatici; un pragmatismo che si manifesta tanto nei loro discorsi quanto nella realistica politica estera della Russia. Non c’è traccia di fanatismo religioso o ideologico nel loro comportamento o nella loro visione delle relazioni internazionali.

  • Thumbnail for the post titled: Guerra escatologica: la Russia e l’Occidente [1]

    Guerra escatologica: la Russia e l’Occidente [1]

    L’escatologia è una delle dimensioni fondamentali della geopolitica mondiale contemporanea. Un geopolitologo non può più escludere l’aspetto escatologico delle relazioni internazionali dalle sue analisi, dal momento che i leader delle due maggiori potenze nucleari del mondo pongono al centro del loro discorso l’“Apocalisse”, il “martirio” che conduce al “paradiso”, “Satana” e l’“Anticristo”.

  • Thumbnail for the post titled: Di gender, di cinema, di voto utile

    Di gender, di cinema, di voto utile

    Possiamo dichiarare la partita sul gender fallita.
    Persa perché era una questione metafisica e escatologica, in cui il deragliamento del maschile e del femminile dalle linee della legge naturale era un segno da cogliere e decifrare.
    Era quindi una battaglia che chiamava al piano culturale e all’intelletto; invece è stata combattuta come una crociata moralistica.

  • Thumbnail for the post titled: Riflessioni sulla “metafisica della frontiera” di Daria Platonova

    Riflessioni sulla “metafisica della frontiera” di Daria Platonova

    Alla Scuola eurasiatica del 13 agosto, Dasha ha letto il suo intervento “La metafisica della frontiera”. Alcuni eurasiatici, o giovani che aspirano a diventarlo, l’hanno vista e sentita per la prima e, con loro grande dolore, per l’ultima volta. Dasha parlava in modo vivace, energico ed eloquente, il che non poteva non impressionare i giovani che non erano molto diversi da lei per età. La sua chiarezza di pensiero, la capacità di articolare le sue argomentazioni e di comunicare facilmente il suo messaggio al pubblico, dato che una ragazza così giovane ha una tale energia e un’incredibile capacità di persuasione, hanno influenzato positivamente le dinamiche della scuola e, si spera, anche motivato molti partecipanti a dedicare le loro forze e la loro volontà alla nostra causa comune.

  • Thumbnail for the post titled: Il magico Gruppo di Ur-Krur (di Julius Evola, l’eretico) nell’interpretazione (metafisica) di malattia e guarigione (energetico-sciamanica)

    Il magico Gruppo di Ur-Krur (di Julius Evola, l’eretico) nell’interpretazione (metafisica) di malattia e guarigione (energetico-sciamanica)

    Triennio 1927-1929. Dal pitagorismo al tantrismo, dalla rilettura dei documenti segreti sul processo contro Cagliostro alla Kabbalah ebraica, ripubblicando (traducendone alcuni per la prima volta in italiano) testi delle antiche tradizioni d’Oriente e d’Occidente, da Milarepa a Plotino, passando per la realizzazione secondo il Buddha fino alla visione magica della vita, compreso il cantico del Fuoco e la leggenda del sacro Graal.