Tag: soldati

  • Thumbnail for the post titled: 20 critiche costruttive alle operazioni speciali russe

    20 critiche costruttive alle operazioni speciali russe

    Riconoscere con calma le battute d’arresto e condividere in seguito le critiche costruttive è in linea con lo spirito di ciò che il Presidente Putin ha suggerito all’inizio dell’estate, quando ha consigliato di non indulgere in pensieri velleitari. Nessuno che sostenga sinceramente questa potenza mondiale appena restaurata e la sua leadership de facto del Movimento Rivoluzionario Globale nella Nuova Guerra Fredda potrebbe in buona coscienza sottrarsi alla responsabilità morale di incoraggiare l’auto-miglioramento della Russia attraverso questi mezzi ben intenzionati.

  • Thumbnail for the post titled: Confronto e contrasto tra le ritirate della Russia dalle regioni di Kharkov e Kherson

    Confronto e contrasto tra le ritirate della Russia dalle regioni di Kharkov e Kherson

    In questo periodo è della massima importanza applicare il consiglio del Presidente Putin di non indulgere in pensieri velleitari, evitando le teorie cospirative degli “scacchi a 5D” e altri meccanismi di coping, per non gonfiare artificialmente le speranze dei sostenitori della Russia e metterli così di fronte a un’altra possibile caduta imminente.

  • Thumbnail for the post titled: Gli Stati Uniti valutano un ingresso delle truppe a Taiwan

    Gli Stati Uniti valutano un ingresso delle truppe a Taiwan

    L’operazione speciale per l’ingresso preventivo delle forze armate statunitensi a Taiwan sarà un attacco all’integrità territoriale della Cina e un tentativo di alienare completamente questo territorio dalla Cina.
    Il 18 settembre 2022, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha rilasciato una dichiarazione molto importante sulla Cina che potrebbe avere gravi conseguenze.

  • Thumbnail for the post titled: Analisi delle accuse dell’una e dell’altra parte circa la “bomba sporca”

    Analisi delle accuse dell’una e dell’altra parte circa la “bomba sporca”

    Il miliardo d’oro dell’Occidente guidato dagli Stati Uniti e i loro proxy a Kiev si sono fatti beffe del terribile avvertimento della Russia, condiviso nei giorni scorsi ai più alti livelli della leadership militare-diplomatica della nuova potenza mondiale, secondo il quale si starebbe tramando una provocazione a bandiera sporca contro di essa. Secondo questo blocco della Nuova Guerra Fredda, è in realtà Mosca che starebbe orchestrando tutto questo dietro le quinte per inventare il pretesto per intensificare la sua operazione speciale in quella fatiscente ex Repubblica Sovietica.

  • Thumbnail for the post titled: Gli Stati Uniti pronti a passare alla fase successiva del conflitto in Ucraina

    Gli Stati Uniti pronti a passare alla fase successiva del conflitto in Ucraina

    Le unità d’élite della 101a divisione aviotrasportata statunitense di stanza in Romania sono pronte per la battaglia in Ucraina “già dalla notte prossima”. Come dicono i comandanti, hanno capacità e mezzi unici di attacco aereo. Anche gli Stati Uniti si sono rafforzati alla base polacca Kosciuszko, dove è apparso permanentemente il 5° Corpo d’armata. Quanto è reale la minaccia di un coinvolgimento diretto degli Stati Uniti nel conflitto e quale sarà la ragione dell’escalation?

  • Thumbnail for the post titled: Israele commetterebbe un errore geostrategico irreversibile armando Kiev

    Israele commetterebbe un errore geostrategico irreversibile armando Kiev

    L’ex presidente russo e attuale vicepresidente del Consiglio di Sicurezza Dmitry Medvedev ha appena messo in guardia Israele dall’inviare armi a Kiev, dopo che il ministro degli Affari della Diaspora dello Stato ebraico, Nachman Shai, ha chiesto al suo Paese di attraversare finalmente il Rubicone in risposta alla notizia del Washington Post (WaPo) secondo cui l’Iran si starebbe preparando a fornire a Mosca missili balistici.

  • Thumbnail for the post titled: Ora siete tutti Azov

    Ora siete tutti Azov

    Qualche settimana fa, quando la mitizzazione della “depoliticizzazione” del gruppo di estrema destra aveva raggiunto l’apogeo, una delegazione ucraina guidata dal movimento neonazista Azov è arrivata negli Stati Uniti. Il nostro team ha nuove informazioni sulle sue attività negli Stati Uniti, compresi gli sforzi per rovesciare il divieto del Congresso sulle forniture di armi e sull’addestramento del battaglione.

  • Thumbnail for the post titled: Gli Stati Uniti aumentano il sostegno al sionismo

    Gli Stati Uniti aumentano il sostegno al sionismo

    Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti ha annunciato l’intenzione di aumentare l’applicazione delle precedenti leggi antiboicottaggio contro Israele, nel tentativo di fare pressione sulla Lega Araba affinché normalizzi le relazioni con Israele. La nuova politica, annunciata dal dipartimento all’inizio di ottobre, mira a inasprire le sanzioni nei confronti delle aziende statunitensi che boicottano Israele, ed è anche progettata per aumentare l’attenzione sulle filiali estere delle aziende statunitensi.

  • Thumbnail for the post titled: Escalation iraniana nel Kurdistan iracheno – MES

    Escalation iraniana nel Kurdistan iracheno – MES

    Le forze di terra delle Guardie Rivoluzionarie iraniane hanno sottolineato che il prendere a bersaglio i gruppi terroristici separatisti nella regione del Kurdistan in Iraq è arrivato dopo che questi gruppi sono intervenuti nei recenti disordini in Iran e con la regione dell’Iraq settentrionale che non ha ascoltato gli avvertimenti di chiudere le loro sedi.

  • Thumbnail for the post titled: #StandWithUkraine sostiene la fuga degli uomini ucraini chiamati al fronte verso l’Europa

    #StandWithUkraine sostiene la fuga degli uomini ucraini chiamati al fronte verso l’Europa

    Il conflitto ucraino è in procinto di intensificarsi dopo la parziale mobilitazione di riservisti esperti da parte della Russia e il massiccio attacco missilistico del Cremlino contro l’ex Repubblica sovietica in risposta all’attacco terroristico con camion bomba suicida che Kiev ha compiuto contro il ponte di Crimea durante il fine settimana. Milioni di persone sono ancora nel Paese e rischiano di perdere la vita. Gli occidentali possono quindi dimostrare di essere veramente “al fianco dell’Ucraina” sostenendo i rifugiati che fuggono da lì verso l’Europa.