Tag: URSS

  • Thumbnail for the post titled: Terzo periodo della storia recente della Russia: la guerra

    Terzo periodo della storia recente della Russia: la guerra

    Quello che sta accadendo ora in Ucraina è una guerra. Non c’è più la SMO: quella che c’è si chiama “guerra”. Non una guerra tra Russia e Ucraina, ma una guerra collettiva dell’Occidente contro la Russia. Quando gli informatori americani dirigono i missili verso il territorio russo, si può solo parlare di “guerra”, e non importa con quali mani stiano combattendo.

  • Thumbnail for the post titled: La geopolitica dei risarcimenti russo/sovietici alla Polonia

    La geopolitica dei risarcimenti russo/sovietici alla Polonia

    Il Parlamento polacco (Sejm) ha appena approvato una risoluzione che chiede un risarcimento alla Germania per la distruzione del Paese da parte dei nazisti durante la Seconda guerra mondiale, la cui geopolitica è stata analizzata in precedenza dall’autore in un articolo che può essere letto qui. La presente si concentrerà sulla richiesta complementare di risarcimenti russi per l’intervento militare dell’URSS nella Seconda Repubblica polacca.

  • Thumbnail for the post titled: La Galizia come concetto geopolitico e i suoi confini

    La Galizia come concetto geopolitico e i suoi confini

    Dal IX secolo fino all’inizio del XII secolo, la Galizia orientale faceva parte dello stato dell’antica Russia, soggetta al principato di Vladimir-Volyn. Nella seconda metà dell’XI secolo sorsero qui i principati indipendenti di Volodar e Vasilko con centri nelle città di Przemysl, Zvenigorod, Terebovl e Galich.

  • Thumbnail for the post titled: Il cristallo russo

    Il cristallo russo

    L’Unione Sovietica era un enorme cristallo che stava costruendo le sue sfaccettature, aumentando di dimensioni, cambiando forma. E ogni periodo incandescente della storia sovietica ha aggiunto al cristallo la propria sfaccettatura, il proprio piano, la propria lucentezza cristallina. Alla fine della sua esistenza, l’Unione Sovietica era una massa cristallina ferma, come un mausoleo, con il leader che giaceva nelle sue profondità.

  • Thumbnail for the post titled: Il contesto storico di piazza Tienanmen. Pulsioni di un cambiamento senza fondamenta

    Il contesto storico di piazza Tienanmen. Pulsioni di un cambiamento senza fondamenta

    Il 4 giugno è ormai assurto a ricorrenza internazionale, o meglio occidentale. La cosiddetta “strage” di Piazza Tienanmen – che non fu vera strage ma piuttosto guerriglia urbana tra manifestanti e forze armate – è l’arma mediatica principale che, a distanza di trentatré anni dagli eventi, i media statunitensi e britannici utilizzano, seguiti acriticamente dal circuito mainstream dell’Europa continentale, per ricordare all’opinione pubblica che il nostro, malgrado tutto, è ancora il migliore dei mondi possibili.

  • Thumbnail for the post titled: Yuri Stefanov, visionario tra i mondi

    Yuri Stefanov, visionario tra i mondi

    Negli anni ’60 e ’80, l’underground esoterico tradizionalista nell’Unione Sovietica rappresentava un numero di gruppi e linee disparate, ma tutti hanno lasciato un segno luminoso nella poesia. Tutti i membri del circolo “Yuzhinsky” di Mosca (Yuri Mamleev, Evgeny Golovin, Geidar Dzhemal e Aleksandr Dugin dagli anni ’80) hanno scritto poesie vivide, che stanno ancora godendo di una meritata popolarità.

  • Thumbnail for the post titled: Megalopolis x Russia: guerra totale

    Megalopolis x Russia: guerra totale

    Dopo un’attenta valutazione, il Cremlino sta riorganizzando la scacchiera geopolitica per porre fine all’egemonia unipolare della “nazione indispensabile”.
    Ma è il nostro destino / Non avere un posto dove riposare, / Come mortali sofferenti / Cadono ciecamente e svaniscono / Da un’ora / All’altra, / Come l’acqua che cade / Di rupe in rupe, verso il basso / Per anni fino all’incertezza.

  • Thumbnail for the post titled: Diario dell’infermo. Idealisti, materialisti e donne [1/6]

    Diario dell’infermo. Idealisti, materialisti e donne [1/6]

    È molto difficile e innaturale per me quando tante persone mi compatiscono per la malattia che mi ha colpito e mi offrono le loro condoglianze per la morte di mio padre. Nonostante la mia più profonda gratitudine a tutti, mentre scrivo questo Diario, appena ne ho la forza, mi sforzo sempre di andare oltre il personale e discutere dei problemi del paese, perché credo che sia una cosa molto necessaria.

  • Thumbnail for the post titled: Transnistria. Il meno è il più

    Transnistria. Il meno è il più

    Transnistria. Una piccola nazione che potrebbe giocare un grande ruolo negli affari dell’Europa dell’Est mentre guardiamo al futuro.

  • Thumbnail for the post titled: Monopolio statale della moneta: ancora rilevante?

    Monopolio statale della moneta: ancora rilevante?

    In relazione alla guerra di sanzioni lanciata dall’Occidente collettivo contro la Russia, il compito di ristrutturare l’economia nazionale sta salendo alla ribalta. Non si tratta di rattoppare dei buchi. È una transizione dal modello di economia di mercato liberale che ci è stato imposto tre decenni fa al modello di economia di mobilitazione. Il primo modello ha programmato la degradazione delle potenti forze produttive che la Russia ha ereditato dall’URSS, trasformando il paese in una colonia dell’Occidente. Il secondo modello ci dà la possibilità di vincere la guerra delle sanzioni.