Tag: globalismo

  • Thumbnail for the post titled: Socialismo ortodosso e “immagini del futuro”

    Socialismo ortodosso e “immagini del futuro”

    I moderni critici del socialismo assomigliano talvolta a dei nevrotici che hanno avuto un “trauma infantile” nella loro infanzia, che non ricordano nemmeno (ma del quale sono stati informati da “benpensanti” come Solzhenitsyn) e al quale spiegano tutti i loro fallimenti, che sono avvenuti e per lo più non sono avvenuti (il fenomeno del cosiddetto “profitto perduto”).

  • Thumbnail for the post titled: Nuovo conservatorismo latino

    Nuovo conservatorismo latino

    Gli eventi degli ultimi decenni ci hanno costretto a ripensare la distinzione tra destra e sinistra. Per oltre 40 anni, la sinistra ha rivisto e trasformato radicalmente la propria ideologia. Nel frattempo, la destra (o almeno una parte significativa di essa) sembra credere che i parametri intellettuali, politici e strategici della Guerra Fredda siano ancora in vigore.

  • Thumbnail for the post titled: Il Forum di Davos 2023

    Il Forum di Davos 2023

    Dal 16 al 20 gennaio si è tenuta a Davos una riunione ordinaria del World Economic Forum, strumento dei globalisti che, con vari pretesti e con l’aiuto del loro capitale, continuano a imporre la politica di una “economia mondiale aperta”, che è, la subordinazione finale di tutti i paesi e popoli al cosiddetto governo mondiale.

  • Thumbnail for the post titled: Dalle “Cronache di una Dittatura Democratica”

    Dalle “Cronache di una Dittatura Democratica”

    Ci fu un tempo, neppure troppo lontano, in cui uomini assai malvagi non si accontentarono più di manipolare la Storia secondo i loro capricci ordendo attentati dinamitardi.

  • Thumbnail for the post titled: L’azione conservatrice – Un think tank tradizionalista ci ripensa

    L’azione conservatrice – Un think tank tradizionalista ci ripensa

    Con il crollo del comunismo, la società rumena si è trovata in uno stato di profonda perdita di direzione assiologica. Pochi si sono accorti in prima persona del fatto che la dissoluzione del sistema comunista ha lasciato un enorme vuoto nella mente collettiva.

  • Thumbnail for the post titled: Il transumanesimo è nazicomunismo

    Il transumanesimo è nazicomunismo

    Il Covid avrebbe dovuto essere la tempesta perfetta per l’instaurazione del Regime globalista. Un problema globale non avrebbe potuto che richiedere una “soluzione” globale. Il caos pandemico sarebbe stato ricomposto dall’ultima variante del solito “ordine” massonico.

  • Thumbnail for the post titled: La caccia alle streghe del regime globalista

    La caccia alle streghe del regime globalista

    Qualche ingenuo pensa ancora che le aberrazioni del nazifascismo rappresentino un baratro irripetibile e un capitolo ormai chiuso una volta per tutte nella Storia dell’Umanità. Quasi sempre questi stessi sprovveduti sono i maggiori sostenitori della dittatura presente, che essi non vedono affatto come tale.

  • Thumbnail for the post titled: Complottista e pure terrapiattista!

    Complottista e pure terrapiattista!

    Quando la denigrazione allo stato puro diventa l’unico fine del giornalismo, tutto fa brodo pur di ottenere il risultato voluto. Senza nemmeno risparmiare il reale senso delle parole, il linguaggio viene allora volgarmente manomesso in modo da far sembrare ogni cosa quel che non è.

  • Thumbnail for the post titled: Non avrai nulla e sarai felice?

    Non avrai nulla e sarai felice?

    You’ll own nothing and you’ll be happy. Non possiederai nulla e sarai felice. In inglese il verbo to own indica l’atto di possedere, essere proprietari. È la frase simbolo dell’Agenda 2030, del Grande Reset pensato, voluto e realizzato a tappe forzate dall’oligarchia globalista.

  • Thumbnail for the post titled: Spiragli di crepuscolo del globalismo a Bali

    Spiragli di crepuscolo del globalismo a Bali

    Il 15-16 novembre si è tenuto a Bali, in Indonesia, il Vertice del G20. Il motto ufficiale del forum era “Recuperare insieme, recuperare più forte”. Le priorità principali dell’agenda annunciata dal Paese ospitante del vertice, l’Indonesia, sono state l’architettura sanitaria globale, la digitalizzazione e la transizione energetica sostenibile. Tuttavia, l’attenzione dei media mondiali era rivolta ad altre questioni.