Tag: Iran

  • Thumbnail for the post titled: L’artiglio della spada: l’operazione antiterrorismo della Turchia in Siria e Iraq

    L’artiglio della spada: l’operazione antiterrorismo della Turchia in Siria e Iraq

    Il 20 novembre la Turchia ha lanciato l’operazione antiterrorismo Sword Claw nel nord della Siria e dell’Iraq. Gli attacchi aerei hanno preso di mira le roccaforti affiliate al Partito dei Lavoratori del Kurdistan. L’operazione è stata una risposta all’attacco del 13 novembre a Istanbul da parte di combattenti del PKK provenienti dal nord della Siria. La Turchia, rappresentata dal Ministro degli Esteri Suleyman Süleyman Sülu, ha accusato esplicitamente gli Stati Uniti di essere coinvolti nell’attacco.

  • Thumbnail for the post titled: La forte alleanza tra Iran e Russia è un problema per Israele

    La forte alleanza tra Iran e Russia è un problema per Israele

    L’ex ministro israeliano Haim Ramon ha avvertito in un’intervista a Israeli Channel 13 che “il problema centrale per Israele oggi è l’alleanza che sta prendendo forma tra Iran e Russia, e questo ha enormi ripercussioni”.
    I media israeliani hanno riferito oggi, domenica, che il problema centrale per “Israele” è l’alleanza che sta prendendo forma tra Iran e Russia. Questo ha enormi ripercussioni, ed è questo che dovrebbe preoccuparci”.

  • Thumbnail for the post titled: Il tempo stringe, per Israele bisogna accelerare i piani anti-Iran

    Il tempo stringe, per Israele bisogna accelerare i piani anti-Iran

    Il capo di stato maggiore delle forze di occupazione israeliane, il tenente generale Aviv Kochavi, ha tenuto lunedì una serie di riunioni a Washington, sia al Pentagono che alla Casa Bianca, incontrando diversi funzionari statunitensi e l’ambasciatore di Israele negli Stati Uniti, secondo quanto riferito dai media israeliani.

  • Thumbnail for the post titled: Fesserie di propaganda

    Fesserie di propaganda

    Il livello propagandistico mediatico ha raggiunto livelli osceni tali che non si sa più se ridere o piangere. C’è chi par mio sta su Facebook a fare un briciolo di controinformazione nella piena consapevolezza che alla fine ce la raccontiamo tra di noi.

  • Thumbnail for the post titled: La situazione prebellica in Iran

    La situazione prebellica in Iran

    L’Iran è sul punto di bypassare completamente lo Stretto di Hormuz per le sue esportazioni di petrolio. Secondo i media iraniani, lo stato di avanzamento del progetto del gasdotto Goreh-Jask è dell’89% e sarà commissionato entro marzo 2023.

  • Thumbnail for the post titled: I brutti tempi andati

    I brutti tempi andati

    Nelle vaste distese dell’Eurasia, la forma più efficace di struttura statale – l’impero – sta rivivendo. Le costruzioni della Grande Rivoluzione Francese sembrano gradualmente ritirarsi nel passato, lasciando il posto a più naturali unificazioni di nazioni e tribù su basi religiose e culturali.

  • Thumbnail for the post titled: Il senatore Richard Black: i Mujahedin-e Khalq sono un’organizzazione molto compromessa

    Il senatore Richard Black: i Mujahedin-e Khalq sono un’organizzazione molto compromessa

    La storia degli Stati Uniti d’America che sostengono i gruppi terroristici è troppo lunga ed è come un libro nero dalle cui pagine cola il sangue di persone innocenti. Uno di questi gruppi terroristici è il gruppo Mujahedin-e Khalq, noto come MEK/MKO/PMOI/NCRI, che ha ucciso migliaia di persone sin dalla sua fondazione; se vogliamo citare solo alcuni casi, possiamo menzionare l’uccisione di 12 mila iraniani e 4 mila curdi iracheni.

  • Thumbnail for the post titled: I traditori inconsapevoli dell’Iran

    I traditori inconsapevoli dell’Iran

    Seguendo le notizie sulle “proteste” in Iran, non possiamo fare a meno di chiederci se i partecipanti immediati a questi violenti disordini sappiano davvero cosa stiano facendo e per chi lo stiano facendo.

  • Thumbnail for the post titled: Il piano di “sirianizzazione” dell’Iran è destinato a fallire

    Il piano di “sirianizzazione” dell’Iran è destinato a fallire

    La sirianizzazione è il copione che USA e Israele preparano per l’Iran, ma questo è un progetto nato morto nel Paese persiano a causa dell’esemplare unità nazionale.
    Nel 2011, hanno innescato marce pacifiche in Siria che sono presto diventate violente, portando il paese levantino a precipitare in una guerra di lunga data e in un conflitto interno mortale.

  • Thumbnail for the post titled: La fiamma della rivoluzione di Sadr

    La fiamma della rivoluzione di Sadr

    Il fuoco della rivolta ha nuovamente investito l’Iraq. Dopo che a Muqtada Sadr non è stato permesso di formare un governo, i suoi attivisti hanno paralizzato i lavori del parlamento, attraverso manifestazioni pacifiche e scioperi che chiedevano agli avversari politici di accettare la leadership di Sadr. Un esito del genere era prevedibile e non si tratta di una contestazione del “quadro di coordinamento” per i portafogli del governo o di un rifiuto personale di alcune figure (Maliki), è solo che la società irachena è stanca di crisi socio-politiche senza fine e anche una parte influente delle élite occidentali riconosce che il regime del sistema delle quote si è finalmente esaurito.