Tag: Russia

  • Thumbnail for the post titled: La guerra russo-americana e lo scontro di civiltà

    La guerra russo-americana e lo scontro di civiltà

    Lo spirito dell’epoca presente pare confermare ancora la profezia di Tocqueville, per il quale Russia e America sarebbero state elette “da un disegno arcano della Provvidenza” a spartirsi il destino del mondo.

  • Thumbnail for the post titled: Un puzzle eurasiatico: l’interconnettività BRI e INSTC completerà il puzzle

    Un puzzle eurasiatico: l’interconnettività BRI e INSTC completerà il puzzle

    Interconnettere l’Eurasia interna è un esercizio di equilibrio taoista: aggiungere un pezzo alla volta, con pazienza, a un gigantesco puzzle. Ci vogliono tempo, abilità, visione e, naturalmente, grandi scoperte.

  • Thumbnail for the post titled: Il Lowy Institute ha dimostrato di ignorare l’atto di bilanciamento dell’India

    Il Lowy Institute ha dimostrato di ignorare l’atto di bilanciamento dell’India

    Funzionari indiani come il Ministro degli Affari Esteri Subrahmanyam Jaishankar hanno articolato in modo convincente la neutralità di principio del loro Paese in questo momento imprevedibile della transizione sistemica globale verso il multipolarismo, quindi non c’è alcuna ragione legittima per cui Aarti Betigeri del Lowy Institute o qualsiasi altro osservatore non riesca a riconoscere questa grande realtà strategica. Le uniche spiegazioni plausibili sono che siano talmente illusi dai loro scontati paradigmi di relazioni internazionali e/o che stiano deliberatamente cercando di diffondere disinformazione sulle motivazioni dell’India.

  • Thumbnail for the post titled: Federazione Russa, Stati Uniti ed Unione Europea: la partita del gas

    Federazione Russa, Stati Uniti ed Unione Europea: la partita del gas

    L’Unione Europea, con la sua politica estera e di sicurezza comune, si prefigge come scopo quello di consentire ai ventisette Stati membri (tra cui l’Italia) un maggior peso a livello internazionale di quanto ne avrebbero se agissero singolarmente. Tuttavia, le scelte assunte a partire dal 24 febbraio 2022, ma in realtà già dal 2014, nei confronti dell’operazione speciale avviata dalla Federazione Russa in Ucraina dimostrano la assoluta sudditanza di Bruxelles verso gli Stati Uniti d’America.

  • Thumbnail for the post titled: Gli USA stanno perdendo di vista le conseguenze delle pressioni sulla Russia

    Gli USA stanno perdendo di vista le conseguenze delle pressioni sulla Russia

    Il patriarca della politica americana, Henry Kissinger, ha lanciato un nuovo avvertimento a Biden e alla sua squadra. Kissinger crede che l’America abbia portato le relazioni internazionali al punto che una guerra calda tra Stati Uniti, Cina e Russia è possibile in qualsiasi momento. I media cinesi stanno già spiegando la causa principale di ciò che sta accadendo.

  • Thumbnail for the post titled: SMO, la battaglia per la “fine della storia”!

    SMO, la battaglia per la “fine della storia”!

    Ragioniamo sul significato filosofico della SMO (N.d.T. ricordiamo ancora una volta ai lettori che SMO è acronimo di Special Military Operation, ovvero Operazione Militare Speciale). La SMO è indissolubilmente legata al concetto di “fine della storia”, non solo perché Francis Fukuyama, che ha scritto il famoso testo dal titolo La fine della stori”, fin dal primo giorno della SMO si è unito attivamente alla lotta ideologica contro la Russia dalla parte dei nazionalisti ucraini e si è persino unito personalmente all’organizzazione terroristica Bellingcat che, tra l’altro, ha cercato di dirottare un aereo militare in Russia, anche se questo fatto è di per sé molto espressivo; il fatto centrale è che la Russia si oppone direttamente al globalismo, a quel “totalitarismo liberale”, come ha detto apertamente il Presidente Putin, che è un’ideologia, e la “fine della storia” gioca un ruolo fondamentale nella sua struttura.

  • Thumbnail for the post titled: Analisi della valutazione dell’ambasciatore russo in occasione dell’anniversario della conquista di Kabul

    Analisi della valutazione dell’ambasciatore russo in occasione dell’anniversario della conquista di Kabul

    L’ambasciatore russo Dmitry Zhirnov ha rilasciato un’intervista dettagliata a RIA Novosti in occasione dell’anniversario della presa di Kabul da parte dei Talebani. La sua valutazione è perspicace perché mostra come Mosca consideri tutto ciò che è accaduto nell’anno trascorso, le ragioni dei continui problemi del Paese e le sue prospettive future. Il presente articolo condividerà quindi alcuni dei punti salienti della sua ultima interazione con i media, per poi concludere con alcune osservazioni pertinenti.

  • Thumbnail for the post titled: Perché il RAND teme una guerra nucleare?

    Perché il RAND teme una guerra nucleare?

    Secondo gli analisti del RAND, Mosca userebbe presumibilmente le armi nucleari se:
    a) Mosca considera l’aumento della propaganda anti-russa nella NATO come una preparazione dell’opinione pubblica alla guerra.
    b) interpreta un rafforzamento militare sul fianco orientale della NATO come prova dei preparativi per un attacco diretto contro la Russia.
    c) scopre che la NATO è già direttamente coinvolta nel conflitto in Ucraina (sotto forma di volontari, consiglieri militari).

  • Thumbnail for the post titled: Gli USA sfidano la Russia in Africa

    Gli USA sfidano la Russia in Africa

    Il Segretario di Stato americano Anthony Blinken conclude il suo tour africano. L’8 agosto ha parlato in Sudafrica, esortando i Paesi del continente ad adottare la visione di pace offerta dagli Stati Uniti. A Pretoria, Blinken ha presentato la strategia degli Stati Uniti per l’Africa subsahariana, che sostiene che “i Paesi africani sono attori geostrategici e partner fondamentali nell’affrontare le questioni più urgenti del nostro tempo, dalla promozione di un sistema internazionale aperto e stabile, alla lotta contro gli effetti del cambiamento climatico, dell’insicurezza alimentare e delle pandemie globali, fino alla definizione del nostro futuro tecnologico ed economico”.

  • Thumbnail for the post titled: Russia e Cina, la risposta a UE e NATO

    Russia e Cina, la risposta a UE e NATO

    A fine luglio si è tenuta a Tashkent una riunione dei Ministri degli Esteri dei paesi partecipanti alla Shanghai Cooperation Organization (SCO). Per due decenni, l’organizzazione non solo ha dimostrato la sua fattibilità, ma è anche diventata un attore di primo piano nello spazio eurasiatico. I paesi SCO sono quattro potenze nucleari, la seconda e la sesta economia del mondo, il 60 per cento del territorio dell’Eurasia e quasi la metà della popolazione mondiale. Già a settembre, l’Iran si unirà ai ranghi dell’organizzazione, seguito da un’intera linea di stati arabi e asiatici. Ci si chiede perché la SCO è così attraente per i paesi in via di sviluppo, quanto è grande la sua influenza e se l’organizzazione può diventare una risposta eurasiatica alla NATO , ha riferito Lenta.ru.