Tag: massmedia

  • Thumbnail for the post titled: Gran Bretagna contro Russia: il fronte dell’informazione

    Gran Bretagna contro Russia: il fronte dell’informazione

    Alla fine di luglio è circolata online un’intervista scioccante a un prigioniero del battaglione Azov. Nella clip, il prigioniero di guerra ha affermato che Oleksiy Arestovych, un tempo consigliere chiave del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, aveva ordinato al suo reggimento neonazista (tra le altre unità militari) di eseguire e filmare “uccisioni brutali” di soldati russi prigionieri come parte di una “campagna informativa” prima dell’inizio del conflitto.

  • Thumbnail for the post titled: L’ex capo del Pentagono ha rivelato i piani di psico-guerra degli Stati Uniti contro la Russia

    L’ex capo del Pentagono ha rivelato i piani di psico-guerra degli Stati Uniti contro la Russia

    È il massimo della “scorrettezza politica” riconoscere che gli Stati Uniti conducono una guerra psicologica (psywar) contro gli altri, poiché il dogma legato alla screditata convinzione suprematista del proprio “eccezionalismo” sostiene che tutti gli abitanti del mondo sono già presumibilmente attratti dai loro modelli, rendendo così superflua qualsiasi operazione di gestione della percezione. La realtà, tuttavia, è che gli Stati Uniti hanno sempre condotto guerre psicologiche contro i loro avversari geopolitici e continueranno a farlo.

  • Thumbnail for the post titled: Come le guerre segrete dell’informazione britannica prendono di mira la Russia, minacciando civili e giornalisti

    Come le guerre segrete dell’informazione britannica prendono di mira la Russia, minacciando civili e giornalisti

    A fine luglio è circolata online un’intervista scioccante a un combattente del Battaglione Azov catturato.
    Nella clip, il prigioniero di guerra ha affermato che Oleksiy Arestovych, un tempo consigliere chiave del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, prima della guerra aveva ordinato al suo reggimento neonazista (tra le altre unità militari) di eseguire e filmare “brutali omicidi” di soldati russi catturati, al servizio di una “campagna informativa”.

  • Thumbnail for the post titled: La crisi politica del Pakistan si è rivelata grave

    La crisi politica del Pakistan si è rivelata grave

    Il Pakistan ha chiaramente avuto un anno negativo. Dopo l’estromissione del Primo Ministro Imran Khan, che ha descritto l’evento come un vero e proprio colpo di stato dall’esterno, il Paese ha dovuto affrontare una serie di sfide formidabili. Tra questi, l’aumento del debito estero nei confronti dei creditori, i continui attacchi terroristici e le catastrofi naturali. Da maggio il Pakistan è stato colpito da un’ondata di calore che ha causato siccità.

  • Thumbnail for the post titled: La realtà passa forse sopra la testa del Cremlino?

    La realtà passa forse sopra la testa del Cremlino?

    Putin e il Cremlino hanno assistito al fallimento della loro “operazione militare limitata”, passata da un conflitto nel Donbass con l’Ucraina a una guerra per procura con gli Stati Uniti e la NATO, fino a una guerra vera e propria con gli Stati Uniti e la NATO. L’inazione di Putin mentre il conflitto si allarga, come avevo detto, fino alla guerra nucleare, è straordinaria.

  • Thumbnail for the post titled: Il sindacato ha censurato un rapporto che criticava i contratti militari di Microsoft

    Il sindacato ha censurato un rapporto che criticava i contratti militari di Microsoft

    A seguito di un accordo di neutralità a vantaggio del CWA, i funzionari del sindacato hanno eliminato un rapporto critico nei confronti di Microsoft.
    Funzionari del sindacato, indicando di agire per conto della Communication Workers of America, hanno bloccato la pubblicazione di un rapporto che critica il crescente e poco visibile sostegno di Microsoft alle forze armate e alle agenzie di intelligence statunitensi.

  • Thumbnail for the post titled: Ancora sul soft power

    Ancora sul soft power

    Il 5 settembre 2022 il Presidente russo ha firmato il decreto n. 611 “sull’approvazione del concetto di politica umanitaria della Federazione Russa all’estero”, entrato in vigore lo stesso giorno. Questo concetto è di notevole interesse, in quanto prosegue logicamente una serie di strategie (in materia di politica estera e sicurezza nazionale) adottate di recente.

  • Thumbnail for the post titled: La storia del Grande Reset: dal transgender al transumanesimo, da Tavistock all’OMS [1]

    La storia del Grande Reset: dal transgender al transumanesimo, da Tavistock all’OMS [1]

    Sospeso il Gender Indentity Development Service (GIDS) della clinica Tavistock di Londra. Per un anno non potrà somministrare terapie per la transizione di genere a bambini ed adolescenti, di cui è leader mondiale. Lo ha ordinato il Servizio sanitario inglese (NHS) a seguito delle gravi infrazioni rilevate da un’indagine guidata dalla dottoressa Hilary Cass. Novemila cartelle cliniche hanno dimostrato l’abuso di farmaci sperimentali prescritti, da almeno dieci anni, al di fuori dei minimi standard di tutela.

  • Thumbnail for the post titled: Sovranità, il convitato di pietra

    Sovranità, il convitato di pietra

    Il dibattito elettorale è un baccano di accuse e contro accuse, pettegolezzi e insinuazioni che mascherano a malapena appetiti personali e lotte di cricche autoreferenziali. Pochi programmi o nessuno, fotocopie sbiadite l’uno dell’altro, indifferenza per i problemi reali degli elettori, che infatti si tengono alla larga e probabilmente polverizzeranno ogni record di astensione dal voto il 25 settembre.

  • Thumbnail for the post titled: L’inverno della nostra miseria

    L’inverno della nostra miseria

    Arriva Settembre. E già alcuni ex funzionari di istituti bancari, tolti da più serie occupazioni e rassegnatisi ad accettare le alte cariche degli Stati, secondo una transizione consueta che i cittadini europei accolgono col sollievo di chi si sente tratto finalmente in salvo nel porto del loro efficiente e disinvolto realismo, del loro tono asciutto e pacato da esecutori testamentari, profetizzano che l’inverno è imminente e, con esso, l’arrivo della fine del nostro benessere e di ogni trista abitudine a quello connesso.