Tag: multipolarismo

  • Thumbnail for the post titled: La richiesta della Russia all’India di aumentare le esportazioni di 5 volte è strategicamente significativa

    La richiesta della Russia all’India di aumentare le esportazioni di 5 volte è strategicamente significativa

    La Russia non si sta “sganciando” dalla Cina, ma si sta attivamente diversificando da essa con l’intento di scongiurare in modo duraturo lo scenario di una dipendenza potenzialmente sproporzionata dalla Repubblica Popolare, prima compensata dal fatto che l’India funge da valvola alternativa della Russia rispetto alle pressioni occidentali.

  • Thumbnail for the post titled: La geopolitica energetica della Russia con Cina e India

    La geopolitica energetica della Russia con Cina e India

    I principali risultati di questa analisi sono diversi. In primo luogo, la geopolitica energetica della Russia con Cina e India è reciprocamente vantaggiosa. In secondo luogo, la strategia di diversificazione energetica della Cina è bilanciata dall’insaziabile appetito dell’India per le risorse russe a prezzi scontati. In terzo luogo, l’India sta rapidamente sostituendo la Cina come primo partner della Russia. In quarto luogo, né i suddetti elementi né le discussioni sino-americane in corso su una nuova distensione sono a somma zero per Mosca o Pechino. Infine, sta emergendo un nuovo equilibrio strategico globale.

  • Thumbnail for the post titled: Secondo mondo, semiperiferia e civiltà statale in una teoria del mondo multipolare [3]

    Secondo mondo, semiperiferia e civiltà statale in una teoria del mondo multipolare [3]

    Veniamo a un terzo concetto, cruciale per comprendere la transizione da un mondo unipolare a uno multipolare e il posto dei Paesi BRICS in questo processo. Stiamo parlando del concetto di Stato di civiltà. Questa idea è stata formulata da studiosi cinesi (in particolare dal professor Zhang Weiwei [1]) e il più delle volte il concetto di Stato-Civilizzazione viene applicato alla Cina moderna e poi per analogia alla Russia, all’India, ecc. Nel contesto russo, una teoria simile è stata avanzata dagli eurasiatici, che hanno proposto il concetto di Stato-Pace [2]. In realtà, in quella tendenza, la Russia era intesa come una civiltà, non solo come uno dei Paesi, da cui il principale concetto eurasiatico – Russia-Eurasia.

  • Thumbnail for the post titled: I BRICS riuniti a San Pietroburgo sfidano il monopolio di Washington

    I BRICS riuniti a San Pietroburgo sfidano il monopolio di Washington

    È arrivato l’inverno. Il Generale più famoso che ha vinto tutte le guerre. La neve è qui da qualche giorno e le strade si svuotano presto; la città sotterranea invece è più calda e viva che mai.
    A Mosca, 466 km e 270 stazioni; a San Pietroburgo 113 km, 67 stazioni. I russi vivono in profondità.

  • Thumbnail for the post titled: L’intellighenzia dei senza Io

    L’intellighenzia dei senza Io

    Lo scettro delle élites finanziarie occidentali, “illuminate” dal Dio massonico meglio conosciuto
    come Lucifero, è l’unico tesoro idealmente custodito come un talismano di eterna prosperità
    nel cuore avvizzito di quegli intellettuali di sinistra (d’ora in poi “Dem”) orfani da decenni
    dell’utopia comunista.

  • Thumbnail for the post titled: Come gli Stati Uniti stanno spingendo l’India verso il multipolarismo

    Come gli Stati Uniti stanno spingendo l’India verso il multipolarismo

    Per diversi mesi gli Stati Uniti hanno ripetutamente cercato di costringere l’India a rompere i legami con la Russia, abbandonando così i propri interessi nazionali. Nuova Delhi, tuttavia, continua a resistere ai tentativi americani di assoggettare la propria economia ai dettami di Washington.

  • Thumbnail for the post titled: Secondo mondo, semiperiferia e Stato-Civiltà nella teoria del Mondo Multipolare [2]

    Secondo mondo, semiperiferia e Stato-Civiltà nella teoria del Mondo Multipolare [2]

    Passiamo ora a una teoria diversa: l'”analisi del sistema-mondo” costruita da Immanuel Wallerstein [1]. Wallerstein, esponente della scuola marxista delle Relazioni Internazionali (soprattutto nella sua interpretazione trotzkista), sulla base della dottrina “della lunga durata” (F. Braudel [2]) e dei teorici latinoamericani dell’economia strutturale (R. Prebisch [3], S. Furtado [4]), ha sviluppato un modello di zonizzazione del mondo in funzione del livello di sviluppo del capitalismo.

  • Thumbnail for the post titled: Strategia militare dell’Ucraina e interessi nazionali degli Stati Uniti [2]

    Strategia militare dell’Ucraina e interessi nazionali degli Stati Uniti [2]

    Se ci si rivolge agli Stati Uniti, da cui dipendono in larga misura sia la capacità di combattimento dell’esercito ucraino sia le decisioni politiche di Kiev, ci si deve chiedere: perché lo fanno? Si può avere l’impressione che la posizione degli Stati Uniti sia nel loro interesse nazionale: rifornire ulteriormente l’Ucraina di armi, ritardando così un’operazione militare speciale da parte della Russia e indebolendo Mosca.

  • Thumbnail for the post titled: Le importazioni di petrolio russo della Cina e il tetto dei prezzi occidentale

    Le importazioni di petrolio russo della Cina e il tetto dei prezzi occidentale

    Se fosse vero, questo sviluppo sarebbe molto rivelatore nel contesto della Cina che sta esplorando i parametri di una nuova distensione con gli Stati Uniti, e potrebbe anche influenzare l’ulteriore rafforzamento del partenariato strategico russo-indiano se Delhi compenserà l’eventuale riduzione del consumo di petrolio di Mosca da parte di Pechino.

  • Thumbnail for the post titled: L’ordine “basato sulle regole”, il mantra della propaganda USA

    L’ordine “basato sulle regole”, il mantra della propaganda USA

    Ogni giorno si creano altri incendi di guerra nel mondo, dall’Iran al Caucaso, all’Etiopia allo Yemen, dove la superpotenza egemone cerca di seminare il caos per destabilizzare e rovesciare governi e regimi non conformi alle proprie regole e sobillare rivolte e guerre civili.