Tag: manipolazione

  • Thumbnail for the post titled: Il cambiamento che non vogliamo

    Il cambiamento che non vogliamo

    «Ciò che il gregge odia di più è chi la pensa diversamente; non è tanto l’opinione in sé, ma l’audacia di pensare da sé, qualcosa che non sanno fare.» Arthur Schopenhauer.
    Siamo entrati nel terzo anno dell’era pandemica. I più pensano che il peggio sia passato: il PD è all’opposizione, le restrizioni non ci sono più, nessuno è sottoposto a obbligo vaccinale, il greenpass giace chiuso nei cellulari.

  • Thumbnail for the post titled: La NATO trama una guerra cognitiva

    La NATO trama una guerra cognitiva

    di Jonas Togel Dal 2020 la NATO porta avanti i suoi piani di guerra psicologica che devono essere posti sullo stesso piano delle precedenti cinque aree operative dell’alleanza militare (terra,…

  • Thumbnail for the post titled: Riassunto Covid

    Riassunto Covid

    Cari lettori,
    negli ultimi due anni vi ho fornito informazioni sufficienti per farvi capire che il virus Covid non era la minaccia che veniva presentata e che il “vaccino” non era né efficace né sicuro. Il virus Covid non proviene da una caverna di pipistrelli, ma da finanziamenti NIH prima all’Università del North Carolina e poi a Wuhan, in Cina.

  • Thumbnail for the post titled: L’evoluzione delle percezioni degli attori chiave nel corso del conflitto ucraino

    L’evoluzione delle percezioni degli attori chiave nel corso del conflitto ucraino

    Il senno di poi è 20/20, come si dice in gergo, ergo l’importanza di rivedere le valutazioni precedenti delle percezioni di ogni attore chiave e le relative ipotesi sui loro interessi a ¾ di anno dalla transizione sistemica globale accelerata senza precedenti come risultato di questa guerra per procura. Il presente articolo dovrebbe quindi fornire al lettore una migliore comprensione della posizione attuale di ciascuno, del modo in cui le rispettive posizioni sono state raggiunte e di ciò che potrebbero fare in seguito.

  • Thumbnail for the post titled: Facebook (Meta) conferma i legami con una campagna di propaganda militare statunitense

    Facebook (Meta) conferma i legami con una campagna di propaganda militare statunitense

    Nel caso non lo sapessi, le grandi aziende tecnologiche hanno collaborato con l’esercito degli Stati Uniti per controllare le narrazioni ufficiali usando la propaganda. Una di queste operazioni segrete è stata confermata da Meta, la società madre di Facebook, che stava spingendo narrazioni pro-USA e anti-Russia.

  • Thumbnail for the post titled: Kalergi: il vero piano per l’Europa

    Kalergi: il vero piano per l’Europa

    Da dove è iniziata veramente la creazione dell’Unione Europea?
    Il costume vuole che la dichiarazione di Robert Schuman del 9 maggio 1950 suggelli l’incipit del percorso verso l’assimilazione politica sovranazionale degli stati europei. Molti altri risponderebbero invece che furono i firmatari del Trattato di Parigi (18 aprile 1951) che diede vita alla Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio. Oppure i protagonisti che poi diedero vita al Trattato di Roma (25 marzo 1957) creatori della Comunità Economica Europea (poi soltanto Comunità Europea, CE). Altri ancora, i più romantici o “patrioti” per così dire, concederebbero il (de)merito al nostrano Altiero Spinelli, il quale, confinato sull’omonima isola, redasse insieme ad Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni il manifesto di Ventotene per un’Europa libera ed unita.

  • Thumbnail for the post titled: Ci tengono concentrati su dicotomie esca: note dal bordo della matrix narrativa

    Ci tengono concentrati su dicotomie esca: note dal bordo della matrix narrativa

    Agli occidentali viene insegnato che i malvagi “regimi” stranieri non permettono ai loro cittadini di criticare il loro governo, mentre gli occidentali stessi vengono addestrati a non criticare mai il loro governo. Sono invece addestrati a criticare le dicotomie di facciata – false assurdità di parte – e non il vero potere.

  • Thumbnail for the post titled: Sostenere la Terza Guerra Mondiale ora è solo un punto di vista mainstream

    Sostenere la Terza Guerra Mondiale ora è solo un punto di vista mainstream

    La dottrina mainstream nella seconda metà del 2022 è piena di editoriali che sostengono che gli Stati Uniti devono aumentare notevolmente le spese militari perché una guerra mondiale sta per scoppiare, e lo inquadrano sempre come se questo sarebbe qualcosa che accade agli Stati Uniti, come se le loro stesse azioni non avessero nulla a che fare con questo. Come se non fosse il risultato diretto dell’impero centralizzato statunitense che accelera continuamente verso quell’orribile evento mentre rifiuta ogni possibile rampa diplomatica a causa della sua incapacità di rinunciare al suo obiettivo di dominio planetario unipolare totale.

  • Thumbnail for the post titled: L’alba dello Stato di diritto marziale

    L’alba dello Stato di diritto marziale

    Spesso i meno accorti, tra cui spiccano i giornalisti mainstream, ritengono che la relativa sovrapponibilità tra chi ha criticato la gestione pandemica e chi critica la gestione bellica siano semplicemente indice di gente alla ricerca di un motivo purchessia per protestare. L’idea è che niente vi sia di comune, salvo la propensione a cercare occasioni per agitarsi da parte di alcuni. È ovviamente un miope fraintendimento; cerchiamo di capire perché.

  • Thumbnail for the post titled: Manipolazione del sistema nervoso attraverso i campi elettromagnetici dei monitor

    Manipolazione del sistema nervoso attraverso i campi elettromagnetici dei monitor

    Su Google Patents sono depositati dei brevetti che riguardano il controllo mentale di massa, con relative spiegazioni e applicazioni: US6506148B2. Non siamo guidati solo dalla propaganda, ma anche dagli impulsi che provengono dai nostri dispositivi.